Il Teatro alla Scala "rinasce": ritorna il pubblico dopo il lungo periodo di chiusura forzata

Il Teatro alla Scala "rinasce" dopo il lungo periodo di chiusura forzata: 500 spettatori per il primo spettacolo.

La Scala "rinasce" dopo quasi 200 giorni di chiusura forzata, causata dall'emergenza sanitaria. Sono stati 500 gli spettatori presenti in sala al primo concerto; l'11 maggio 1946, Arturo Toscanini diresse un concerto per la rinascita del teatro dopo i bombardamenti.


Settantacinque anni dopo, il direttore musicale Riccardo Chailly ha guidato coro e orchestra in un momento di grande speranza e ottimismo. E, settantacinque anni dopo, a chiudere lo show è stata "Va, pensiero" (con tanto di bis). Lo show si è svolto nel rispetto assoluto delle regole anti contagio: la presenza del pubblico, dopo settimane di concerti in streaming con il teatro vuoto, è senz'altro un segnale di rinascita.