Come cambia la metropolitana, ecco le idee: numero chiuso e più corse

ATM si prepara alla Fase 2: più corse, meno passeggeri e distanza obbligatoria. Il Comune, inoltre, scommette sulle ciclabili.

Marco Granelli, assessore alla Mobilità, riassume con un post su Facebook l'idea di Palazzo Marino. Se la metropolitana prima trasportava circa un milione e mezzo di persone al giorno, durante la fase 2 il numero verrà ridotto a un terzo. Perché questo sia possibile bisognerà diminuire il numero degli spostamenti e modificare gli orari di lavoro, diminuendo le ore di punta.

Granelli ha menzionato l'importanza delle biciclette: a Palazzo Marino stanno lavorando ad un progetto straordinario che prevede la realizzazione di percorsi ciclabili (circa 35 km in più) e zone 30.

Diminuire gli spostamenti significa, tra le altre cose, aumentare le consegne a domicilio di alimentari e farmaci (ma non solo). Per questo motivo si lavora ad un piano speciale di posti di sosta breve in tutte le strade.

Un ultimo aspetto fondamentale è la collaborazione di istituzioni e cittadini: per qualche tempo sarà importante cambiare comportamenti, modificare le proprie abitudini: solo così Milano potrà tornare più bella e forte di prima.




THE COLORS OF MILANO - MEMBERSHIP